Di Puglia e Panzerotti

Eccomi di nuovo! Anche se è “solo” mercoledì (ma guardiamo a quest’informazione con più ottimismo: è “già” mercoledì e dopodomani è venerdì!! Meglio no?) il weekend appena trascorso sembra già lontanissimo.. Sono stata nella mia amata Puglia a trovare il mio ragazzo per quello che doveva essere il ponte di Halloween (parliamone) e quest’autunno pazzo ci ha regalato giornate stupende e calde che abbiamo trascorso sul romantico lungomare di Bari – insieme ai pescivendoli che occupavano il marciapiede con le loro bagnarole di pesce appena pescato 😀 Va che meraviglia:

wpid-img_20141101_100825.jpg

Non parliamo del ritorno a casa che è stato traumatico come chiunque abbia usufruito di recente dei servizi di Trenitalia può immaginarsi….. Arrivata con 1 h di ritardo …bleah.

Comunque, il bel weekend trascorso a godermi la Puglia e le sue bellezze mi ha fatto tornare voglia di panzerotti!
Tutti voi ne avrete sicuramente sentito parlare, sono anche conosciuti come calzoni fritti (ma chiamarli così a Bari è una bestemmia). Un guscio di pasta croccante che racchiude mozzarella filante e fiumi di pomodoro fumante… Mmmhh!!

Dal canto mio sono avvantaggiata perché la mamma del mio ragazzo fa spesso i panzerotti, e anche bene, e ho avuto modo di assistere più volte a più fasi della preparazione e di prendervi parte io stessa! E oltretutto: mi ha dato la ricetta collaudata, autentica e dal risultato garantito!

Quindi, se non avete mai assaggiato i panzerotti o se pensate che sia trascorso troppo tempo dall’ultima volta che li avete mangiati.. Approfittatene! Ne vale la pena! Buona settimana a tutti!

Panzerotti di Maddalena
Dosi: per 4-5 persone

Preparazione: 150 min + 15 min cottura

Per l’impasto:

  • 1 kg farina
  • 1-2 cubetti di lievito di birra
  • 1 pugno di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 patata grande
  • 1 cucchiaio di olio
  • latte q.b.
  • acqua q.b.

Per la farcitura:

  • 1 treccia di mozzarella
  • polpa di pomodoro
  • galbanino (a piacere)
  • sottiletta (a piacere)
  • sale
  • pepe
  • parmigiano
  1. Lessare la patata finché non è molto morbida. Passarla col passatutto e amalgamarla a un cucchiaio di olio.
  2. Formare una fontana con la farina e aggiungere al centro il “purè” di patata, il lievito di birra, il sale, lo zucchero, latte e acqua. Impastare il tutto e lasciar riposare per un paio d’ore, coprendo con uno strofinaccio, in un posto caldo e asciutto.
  3. Nel frattempo preparare la farcitura tagliando i formaggi a cubetti e mescolandoli alla polpa di pomodoro fino ad ottenere un composto omogeneo. Salare e pepare a piacere.
  4. Quando l’impasto è lievitato, tagliare via dall’impasto dei pezzetti da stendere poi con il mattarello fino a ottenere dei piccoli dischi di pasta. * La dimensione dei dischi andrà a influire, naturalmente, sulla dimensione del panzerotto: il panzerotto barese classico è di grandi dimensioni (quanto una mano), ma la versione più piccola vi permette di aumentare il numero totale di pezzi risultanti nonché di facilitarne il consumo (trovatevi in mano un panzerotto di 20 cm e poi ne riparliamo!).
  5. Collocare al centro di ogni disco un po’ del composto di mozzarella e pomodoro, facendo attenzione a non sporcare i bordi del cerchio, e spolverare con del parmigiano. Ripiegare su se stessa la pasta fino a ottenere la classica forma a calzone.
  6. Pressare con decisione i bordi fino a farli unire. Per essere certi che i bordi rimangano attaccati è bene che il piano di lavoro non sia troppo infarinato o che vi siano residui di farina non amalgamati sulla pasta. Altrimenti si rischia che il panzerotto si apra in fase di frittura. Chi ne dispone può saldare ulteriomente il bordo con una rotella dentata per pasta.
  7. Far scaldare bene l’olio in una padella e aggiungere i panzerotti quando è caldo. Farli cuocere prima da un lato e poi da un altro, fino a che non presentano una doratura “decisa” (vedi foto).
  8. Lasciar riposare su fogli di carta assorbente e servire caldi.

wpid-panzerotti-baresi-2-jpg.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...